OncologiaNews.net


News

Sunitinib nel trattamento del carcinoma a cellule renali metastatico, non responder alle citochine

Sunitinib ( Sutent ) è un inibitore multitarget della tirosin-chinasi, che ha mostrato di possedere attività nel carcinoma a cellule renali metastatico, resistente al trattamento con citochine.

Uno studio, coordinato da Ricercatori del Memorial Sloan-Kettering Cancer Center di New York ha valutato l’efficacia antitumorale del Sunitinib come trattamento di seconda linea nei pazienti con carcinoma renale a cellule chiare.

Hanno preso parte allo studio 106 pazienti, il cui tumore era progredito nonostante una precedente terapia con citochine.
Il periodo osservazionale è continuato fino a progressione della malattia o a tossicità inaccettabile.

I pazienti sono stati sottoposti a ripetuti cicli della durata di 6 settimane con Sunitinib 50mg/die, somministrato per os per 4 settimane consecutive, seguite da 2 settimane senza trattamento.

L’end point primario era rappresentato dalla percentuale di risposta obiettiva, mentre gli end point secondari riguardavano la sopravvivenza libera da progressione e la sicurezza.

Tutti e 106 pazienti, che hanno ricevuto Sunitinib, sono stati inclusi nell’analisi sulla sicurezza, mentre 105 erano valutabili per l’efficacia.

Il 34% dei pazienti ha presentato una risposta parziale e la sopravvivenza mediana libera da progressione è stata di 8.3 mesi ( range: 7.8-14.5 mesi ).

I più comuni eventi avversi sono stati: fatica ( 28% ) e diarrea ( 20% ).
La neutropenia, l’aumento delle lipasi e l’anemia erano le più comuni anormalità di laboratorio, osservate nel 42%, nel 28% e nel 26% dei pazienti, rispettivamente.

I risultati dello studio clinico hanno dimostrato l’efficacia del Sunitinib come singola terapia di seconda linea nei pazienti con carcinoma a cellule renali chiare, metastatico, non-responder al trattamento con citochina. ( Xagena2006 )

Motzer RJ et al, Urol Oncol 2006; 24: 553-554