OncologiaNews.net


News

Il trattamento della neuropatia periferica indotta dalla chemioterapia con Gabapentin non produce nessun beneficio

E’ stato dimostrato che il farmaco antiepilettico Gabapentin ( Neurontin ) allevia i sintomi della neuropatia periferica.

Sulla base di questi dati è stato condotto uno studio multicentrico, in doppio cieco, controllato con placebo, crossover e randomizzato, per valutare l’effetto del Gabepentin sui sintomi della neuropatia periferica indotta dalla chemioterapia.

Sono stati ritenuti idonei per lo studio pazienti con neuropatia periferica indotta dalla chemioterapia, sintomatica, che riferivano di un livello medio giornaliero di dolore

1 ) >/= 4 su una scala numerica da 0 a 10 ( NRS ), o

2 ) >/= 1 sulla scala di neuropatia dell’ Eastern Cooperative Oncology Group ( ENS )

( un numero più alto indica una maggiore gravità dei sintomi in entrambe le scale ).

I pazienti sono stati assegnati in maniera casuale a ricevere Gabapentin ( dose target, 2.700 mg ) oppure placebo per 6 settimane.

Il crossover ( scambio di trattamento ) è stato effettuato dopo un periodo di wash-out ( periodo di sospensione ) di 2 settimane.

I sintomi correlati alla neuropatia periferica indotta dalla chemioterapia sono stati valutati settimanalmente con dei questionari.

Un totale di 115 pazienti sono stati assegnati in maniera casuale al gruppo trattamento o al gruppo controllo.

I cambiamenti nella gravità dei sintomi sono risultati statisticamente simili nei due gruppi durante lo studio.

Sono stati riscontrati eventi avversi lievi, con un’incidenza simile tra i 2 gruppi.

Questo studio clinico non ha evidenziato alcun vantaggio nell’uso del Gabapentin nel trattamento dei sintomi causati dalla neuropatia periferica indotta dalla chemioterapia. ( Xagena )

Rao RD et al, Cancer 2007; Epub ahead of print