OncologiaNews.net


News

La Talidomide associata alla Temozolomide nel melanoma metastatico

Ricercatori del Memorial Sloan-Kettering Cancer Center hanno presentato i risultati di uno studio clinico di fase II in cui i pazienti con melanoma metastatico ( metastasi cerebrali ) sono stati trattati con Talidomide e Temozolomide. Hanno preso parte allo studio 24 pazienti con metastasi intracerebrali progressive. La Temozolomide è stata somministrata al dosaggio giornaliero di 75 mg/m2 per 6 settimane seguite da una pausa di 2 settimane. I pazienti con età inferiore a 70 anni sono stati trattati inizialmente con 200 mg/die di Talidomide, con aumenti di 100 mg ogni 2 settimane fino ad un dosaggio massimo di 400 mg/die. Tredici pazienti hanno terminato il primo ciclo. Di questi, 11 erano valutabili per la risposta. Due (18%) hanno raggiunto una risposta completa, 1( 9% ) ha mostrato una risposta parziale ed in 5 ( 45% ) c’è stata una stabilizzazione della malattia. La sopravvivenza media tra tutti i pazienti è stata di 5 mesi. Le reazioni avverse osservate nel corso dello studio clinico sono state: tremori, disturbi neurosensoriali, trombosi, nausea, mialgia, flatulenza, disturbi neuromotori, edema e linfopenia.( Xagena2003 ) Fonte: 2003 Annual Meeting / American Society of Clinical Oncology (ASCO)