OncologiaNews.net


News

La rimozione del tumore residuo dopo terapia di mantenimento con Imatinib migliora la sopravvivenza dei pazienti con tumore GIST

L’assegnazione dei pazienti con tumore stromale gastrointestinale ( GIST ) alla resezione chirurgica del tumore residuo dopo il controllo della malattia con la terapia di mantenimento a base di Imatinib ( Glivec, Gleevec ) produce benefici di sopravvivenza.

Nonostante Imatinib sia caratterizzato inizialmente da elevata efficacia nei pazienti con GIST metastatico o recidivante, in seguito la maggior parte dei pazienti sviluppa resistenza.

Nello studio i ricercatori hanno cercato di determinare se l'aggiunta di un intervento chirurgico dopo il trattamento di mantenimento con Imatinib potesse essere di beneficio per i pazienti con GIST metastatico o ricorrente, rispetto ai risultati osservati nei pazienti trattati solamente con terapia di mantenimento a base di Imatinib.

Allo studio hanno preso parte 134 pazienti, che avevano mostrato una risposta clinica a Imatinib per almeno 6 mesi.

Lo studio ha esaminato i pazienti che erano stati sottoposti ad intervento chirurgico ( n=42 ) dopo terapia di mantenimento con Imatinib o coloro che sono stati trattati solamente con Imatinib ( n=92 ).

Il periodo mediano di follow-up è stato di 58.9 mesi.

L'intervento è stato eseguito nel gruppo chirurgico dopo che i pazienti erano stati trattati per 19.1 con Imatinib ( valore mediano ).
Al follow-up, i pazienti chirurgici avevano una significativamente più lunga sopravvivenza libera da progressione ( 87.7 vs 42.8 mesi, p= 0.001 ) e la sopravvivenza globale ( valore non-raggiunto vs 88.8 mesi, p= 0.001 ), rispetto ai pazienti che sono stati trattati solamente con Imatinib.

All'analisi multivariata, i risultati hanno mostrato che, per la sopravvivenza libera da progressione, il tipo di mutazione, le dimensioni iniziali di tumore e il gruppo di trattamento erano associati a un aumento della sopravvivenza.
Per la sopravvivenza globale, la dimensione iniziale del tumore e il gruppo di trattamento sono risultati correlati a una migliore sopravvivenza. ( Xagena News )


Fonte: Gastrointestinal Cancers Symposium, 2013