OncologiaNews.net


News

Regorafenib nel sarcoma dei tessuti molli in fase avanzata

Regorafenib ( Stivarga ) è un inibitore multichinasico con attività nei tumori stromali del tratto gastrointestinale ( GIST ) refrattari e nei tumori del colon e del retto avanzati refrattari alla chemioterapia.

E’ stata valutata l'efficacia e la sicurezza di Regorafenib nei pazienti con sarcoma dei tessuti molli metastatico trattato in precedenza con antracicline.

Nello studio REGOSARC di fase 2, randomizzato, in doppio cieco, effettuato in Francia e in Austria, sono stati arruolati pazienti di età superiore a 18 anni con sarcomi dei tessuti molli in fase avanzata trattati in precedenza Doxorubicina ( anche nota come Adriamicina ) o un altro trattamento a base di antracicline.
Questi pazienti sono stati randomizzati a una delle seguenti quattro coorti: liposarcoma, leiomiosarcoma, sarcoma sinoviale e altri sarcomi.

I pazienti sono stati trattati con Regorafenib per os ( 160 mg al giorno per 3 settimane e 1 settimana senza ) oppure con placebo.
Ai pazienti trattati con placebo è stato offerto di passare a Regorafenib in caso di progressione della malattia.
L’assegnazione casuale è stata stratificata per Paese di provenienza e precedente esposizione a Pazopanib ( Votrient ).

I pazienti eleggibili presentavano sarcomi dei tessuti molli avanzati e inoperabili con intolleranza o fallimento alla Doxorubicina o ad altri farmaci chemioterapici a base di antracicline e almeno una lesione misurabile in base ai criteri RECIST versione 1.1.

L'endpoint primario era rappresentato dalla sopravvivenza libera da progressione in base ai criteri RECIST dopo revisione radiologica nella popolazione intention-to-treat.

Dal 2013 al 2014, 182 pazienti sono stati assegnati in modo casuale a una di quattro coorti e inclusi nell'analisi finale.

Nella coorte liposarcoma, la sopravvivenza libera da progressione è stata di 1.1 mesi con Regorafenib vs 1.7 mesi con il placebo ( hazard ratio, HR=0.89, P=0.70 ).

Nella coorte leiomiosarcoma, la sopravvivenza libera da progressione è stata di 3.7 mesi con Regorafenib vs 1.8 mesi con placebo ( HR=0.46, P=0.0045 ).

Nella coorte sarcoma sinoviale, la sopravvivenza libera da progressione è stata di 5.6 mesi con Regorafenib versus 1.0 con il placebo ( HR=0.10, P minore di 0.0001 ).

Nella coorte altro sarcoma, la sopravvivenza libera da progressione è stata di 2.9 mesi con Regorafenib vs 1.0 con il placebo ( HR=0.46, P=0.0061 ).

Prima di passare dal placebo a Regorafenib, i più comuni eventi avversi di grado 3 o superiore sono stati ipertensione arteriosa ( 17 eventi, 19%, in 89 pazienti nel gruppo Regorafenib vs 2 eventi, 2%, in 92 pazienti nel gruppo placebo ), reazione cutanea delle mani e dei piedi ( 14 eventi, 15%, vs nessuno ) e astenia ( 12, 13%, vs 6, 6% ).

Un decesso per insufficienza epatica si è verificato nel gruppo Regorafenib ed è stato considerato correlato al trattamento.

Regorafenib presenta attività antitumorale nei sarcomi dei tessuti molli non-adipocitici, migliorando la sopravvivenza libera da progressione. ( Xagena News )

Fonte: Lancet Oncology, 2016